3-6 6-1 6-2 6-4 il punteggio con cui il serbo ha sconfitto Murray

5c08d4a8-7c61-4eb2-b065-d4e38e01d669

Alla fine ce l'ha fatta. Il Roland Garros era l'unico Slam che  mancava a Novak Djokovic, e dopo aver perso 3 finali lo porta a casa battendo lo scozzese Andy Murray in 4 set.
I due tennisti orfani del prestigioso Slam della terra rossa che mai li ha visti giocare contro, daranno vita ad un match dalle due facce, che si risolverà dopo circa 3 ore di gioco un po' al di sotto delle aspettative dal punto di vista dello spettacolo, complice una resa forse troppo prematura da parte di Murray.

Parte alla grande Andy Murray, molto aggressivo specialmente sul secondo servizio di Djokovic che a sua volta sembra essere partito confuso e deconcentrato, facendo numerosissimi errori con il dritto non da lui.
Così è lo scozzese a portare a casa il primo parziale con il punteggio di 6-3.
Ma il numero 1 non ci sta ed ecco la reazione emotiva che lo spinge a passeggiare (6-1) sul suo avversario nel secondo set.
Qui viene fuori il più noto difetto di Murray: la difficoltà nel gestire le emozioni nelle situazioni più difficili, tanto che sembra aver mollato la presa sul match, regalando anche il terzo set per 6-2 a un Djokovic in pieno controllo.
Il quarto set continua sulla falsa riga dei precedenti due: Nole conduce in netta superiorità per 5-1 e va a servire per il set, quando Murray ha un moto d'orgoglio e riesce a recuperare uno dei due break di svantaggio, fino a portarsi sul 5-4.
Il serbo va nuovamente a servire per il match, e al terzo match point disponibile chiude la partita aggiungendo alla sua bacheca di trofei il primo Roland Garros che si aggiunge ai 6 Australian Open, 3 Wimbledon e 2 Us Open, per un totale di 12 Slam.
Ora Nadal è distante solamente 2 Slam e Federer 5, i due sono avvisati.