Si è svolta il 19 dicembre, presso la sede del Ministero della Salute di Lungotevere Ripa, a Roma, la cerimonia di consegna degli attestati di frequenza al corso di formazione in “Tutela della salute pubblica” dell'Università “Tor Vergata”. I 42 marescialli dell'Arma dei Carabinieri entrano così a far parte del Comando Carabinieri per la Tutela della Salute Pubblica nei Nuclei Anti Sofisticazioni (N.A.S.). Il percorso formativo ha previsto oltre 300 ore di lezione, 10 insegnamenti, 6 mesi di tirocinio e un denso e articolato programma. Attivato nell’ambito di una convezione stipulata con il Ministero della Salute.

La cerimonia si è svolta alla presenza del Ministro della Salute, On. Roberto Speranza, del Rettore di Roma “Tor Vergata”, Prof. Orazio Schillaci, del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Gen. C.A. Giovanni Nistri, e del Gen.le dei Carabinieri di Corpo d’Armata, Riccardo Amato Comandante del Comando Unità Mobili e Specializzate Carabinieri “Palidoro”. 

Hanno partecipato alla cerimonia, tra gli altri, laCoordinatrice didattica del corso Prof.ssa Silvia Licoccia, Università Roma “Tor Vergata”, il Gen. di Divisione Adelmo Lusi Comandante del Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, Gen. di Divisione Claudio Vincelli,  Gen. di Divisione Gianfranco Cavallo, il Direttore generale Giuseppe Celotto Direzione generale del personale, dell'organizzazione e del bilancio, Direttore generale Rossana Ugenti Direzione generale delle professioni sanitarie e delle risorse umane del Servizio Sanitario Nazionale.

Il corso prevede una quarta edizione nel 2020 aperta a 45 Marescialli dei Carabinieri, con la nuova edizione si conferma l’impianto interdisciplinare, coprendo diversi rami (chimici, biologici, ingegneristici, farmaceutici e medici), e innestandosi su una robusta struttura fornita da materie giuridiche.

Articolo proveniente dal Sito Ufficiale di Ateneo.