Mercato dell’arte: 450 milioni di dollari per “Salvator Mundi” di Leonardo da Vinci.

L'aggiudicazione più alta della storia del mercato dell'arte.

0
233

L'ultima opera di Leonardo da Vinci in mani private considerata l'aggiudicazione più alta della storia del mercato dell'arte.

In una delle più grandi case d'aste, per la precisione Christie's a New York, viene accolta una gara snervante tra diversi offerenti durata quasi 19 minuti per conquistarsi la piccola tavola "Salvator Mundi" attribuita a Leonardo da Vinci.

Questa piccola opera è partita con una base di circa 100 milioni di dollari creando subbuglio e caos nella sala dorata del Rock Feller Center. La tensione viene interrotta dal martelletto del battitore che conferma la vendita per 400 milioni, i quali con i diritti d'asta, diventano un assegno di 450,312,500 dollari.

Il quadro rappresenta Cristo raffigurato frontalmente e a mezza figura, come tipico dell'iconografia, mentre leva la mano destra per la benedizione e nella sinistra tiene il globo, simbolo del potere universale.

Il globo ha destato sospetti sull'attribuzione a Leonardo poichè queste sfera perfettamente tonda non segue le regole ottiche: tutto ciò che si trova dietro una sfera trasparente dovrebbe essere deformato, ma il vestito di Gesù e la mano che regge la sfera non subiscono alcuna distorsione, quindi si pensa che quest'opera sia stata eseguita da un suo seguace.

Salvator Mundi, Leonardo da Vinci, olio su tela 45x66 cm

Dopo il processo di restauro e la rimozione di uno strato di pittura scolorita e della vernice che era stata applicata in un precedente restauro, gli esperti hanno annunciato l’attribuzione a Leonardo.

"Salvator Mundi" del genio italiano ora è eletta come la più costosa opera d'arte mai messa all'asta. La cifra corrisponde a più del doppio di qualunque altra somma pagata in passato: ricordiamo "Interchange" di Willem De Kooning per 300 milioni di dollari e "I giocatori di carte" di Cézanne per 250 milioni.

Durante la conferenza stampa seguita alla vendita, non è stato fornito alcun indizio sul facoltoso acquirente: sino a prima apparteneva a una magnate russo, Dimitri Rybolovlev, proprietario della squadra dell'AS Monaco e di un'azienda esportatrice di potassio.

Per vedere il video dell'aggiudicazione clicca qui: https://www.youtube.com/watch?v=kTqvraqdkpw